Vini siciliani

La Sicilia è una terra selvaggia dai mille sapori, tutti colti ed assorbiti dalle radici delle  vigne siciliane. La mineralità che connota i vini dell'Etna è addolcita, invece, nel versante occidentale della Sicilia, capace di regalare vini rossi rotondi e corposi, ma anche bianchi freschi e amabili, come i vini proposti dalla cantina UVA 

Vini siciliani

Filtri attivi

Pacènzia Zibibbo 50cl - Tenute Orestiadi

14,00 €

La Pacènzia è una qualità che contraddistingue l’essere siciliani. La Pacènzia di saper attendere che il caldo sole siciliano ed il lento scorrere del tempo plasmino gli acini migliori della nostra vendemmia tardiva, donandoci un vino dagli eleganti sentori di agrumi canditi, dal sapore mielato, avvolgente con spiccate note di frutti maturi. Un mix di eleganza, unicità, diversità e tipicità.

Orestiadi Ludovico Rosso I.G.P. Terre siciliane 75cl - 2012 Tenute Orestiadi

15,50 €

Nulla è mai scontato quando due uomini, che vivono con intensità e passione la propria vita, si incontrano e davanti un buon bicchiere di vino pensano al futuro ed al riscatto della propria terra. Proprio così il Presidente della Fondazione Orestiadi Ludovico Corrao ed il Presidente delle Cantine Ermes Rosario Di Maria, nel 2008, pensarono e diedero vita alle Tenute Orestiadi ed al Progetto Orestiadi Ludovico, con la stessa passione, forza e convinzione con cui ogni uomo crea e plasma ogni giorno il proprio futuro. In quel momento è nato Ludovico, omaggio ad un uomo, che ha saputo vivere con essenzialità ed eleganza la purezza della vita, assaporandone ogni giorno profumi, suoni e colori.

Kados Grillo I.G.P. Terre siciliane - 2017

9,20 €

Il Grillo, vitigno autoctono con caratteristiche di freschezza e sapidità, supportate da una notevole struttura, in Kados si esprime pienamente. I sentori floreali e agrumati, il gusto ampio e vellutato e la buona longevità fanno di questo vino, prodotto con le uve della Tenuta di Risignolo, uno dei bianchi più versatili di Duca di Salaparuta.

Nerello Mascalese 'Lavico' 75cl 2015 - Duca di Salaparuta

13,00 €

Il “Lavico” della cantina Duca di Salaparuta è un vino rosso energico e minerale dal carattere vulcanico, nato sulle pendici dell’Etna da uve Nerello Mascalese, affinato per 12 mesi in barrique. Emana sentori di fiori rossi, pepe nero, spezie e piccoli frutti. Al palato è fruttato, sapido e piacevolmente tannico

Grillo Mozia 75cl - 2018 Tasca d'Almerita

19,00 €

Piccola isola museo nello stagnone di Marsala, Mozia rappresenta un sito produttivo di assoluta unicità. Un ecosistema marino legato da sempre alla vigna, con il primo impianto di inizio Ottocento, quando gli Inglesi, giunti a Marsala, ne intuirono le potenzialità. Il vigneto è allevato ad alberello, in conduzione biologica, non irriguo. L’uva viene vendemmiata in cassette, trasferita sulla terraferma su barche a fondo piatto e trasferita nella Tenuta Regaleali su camion termo condizionati per preservarne l’integrità aromatica dell’uva. Colore giallo con note verdoline, profumi di ginestra, citronella, anice, speziatura di pepe bianco. Fresco e con un piacevole finale salino.

PaxMentis Syrah Terre siciliane I.G.P. 75cl - 2018 Tenute Orestiadi

11,50 €

In Sicilia, isola da sempre vocata alla viticoltura, si estendono i vigneti delle Tenute Orestiadi, nate a Gibellina dalla sinergia tra un gruppo di viticoltori riuniti in cooperativa e la Fondazione Orestiadi, una delle più importanti istituzioni culturali nel Mediterraneo, con lo scopo di promuovere l’identità territoriale dei vitigni nativi siciliani attraverso il connubio arte e vino.

Perricone Doc Sicilia 75cl- 2017 Tenute Orestiadi

10,95 €

Nella Sicilia sud occidentale, dove il colore della terra rievoca le tonalità di rosso tipiche dei suoli dorati dal sole sul Mediterraneo, si ritrova questa tipologia di terreno, ricco di sabbia e di scheletro (pietre). Di composizione molto sciolta e carica di micro elementi ferrosi, nella Valle del Belìce è caratterizzato da un microclima asciutto perfetto per l’allevamento dei varietali a bacca rossa. È terreno d’elezione del Perricone, che in questa zona trae le proprie origini: altro nome della cultivar, infatti, è Pignatello, proprio in relazione alle “pignate”, termine siciliano che indica le pentole fatte con la stessa terra rossa su cui il varietale concede le sue massime espressioni.